Eritrea: ancora in piedi, ancora grande!

Fonte: http://znetitaly.altervista.org/art/16567

Porto di Asmara e vecchio segnale coloniale italiano (foto di Andre Vltchek)

di Andre Vltchek – 24 dicembre 2014

Sanzioni, guerra psicologica, propaganda, finanziamenti all’opposizione, appoggio a vicini spesso ostili, l’occidente le ha tentate tutte per piegare l’Eritrea. Ma eccola qui, imbattuta e orgogliosa, che progredisce.

Alcuni la definiscono la ‘Cuba africana’, o potrebbe essere chiamata anche il ‘Vietnam africano’ ma la verità è che l’Eritrea non è come nessun altro paese sulla terra ed è felice di restare tale, unica.

“Non vogliamo essere etichettati”, mi è detto in continuazione e ogni volta che chiedo se l’Eritrea è un paese socialista.

“Guardate Amilcar Cabral, della Guinea-Bissau”, mi dice Elias Amare, uno degli autori e pensatori esperti dell’Eritrea, che è anche Membro Anziano del ‘Centro di Costruzione della Pace nel Corno d’Africa’ (PCHA). “Cabral diceva sempre: ‘Giudicateci per quello che facciamo sul campo’. Lo stesso può essere applicato all’Eritrea”.

La maggior parte dei leader dell’Eritrea, la maggior parte dei suoi pensatori, o è marxista o almeno in cui cuor suo è molto vicina a ideali socialisti. Ma qui si parla pochissimo di socialismo e quasi non ci sono bandiere rosse. … Leggi tutto →

FALSE ACCUSE CONTRO ERITREA DA USA INSIEME A DJBOUTI ED ETIOPIA

ERITREA dal 2002 chiede il rispetto della Legalità Internazione, l’attuazione del verdetto del

Tribunale Int.le costituito dalla Naz Unite, USA, UE, OUA ed ALGERI ed il suo territorio Badimè da 13 anni occupato militarmente ed illegalmente dall’Etiopia. Sono stati emanati dalle Naz Unite dietro l’ordine dell’USA due false sanzioni per ingessarla economicamente. Incoraggiano i giovani eritrei a scappare tramite Etiopia e strade deserte verso l’Europa trovando pericoli

per la loro incolumità. Ora l’ennesima falsa accusa contro l’Eritrea INNOCENTE.

http://eastafro.com/Post/2015/02/07/djibouti-ethiopia-accuse-eritrea-of-undermining-stability/

20 Giugno: Commemorazione dei Martiri eritrei

Per i Martiri Il 20 giugno è il giorno dedicato alla memoria dei dei combattenti che sono morti per una Eritrea libera e indipendente. In tutto il mondo nei prossimi giorni si terranno commemorazioni in ricordo dei Martiri eritrei.

Video: 2014 Eritrean Martyrs Day commemoration | President Isaias Speech 

Asmara, 20 June 2014 – Eritrean Martyrs Day was today commemorated across the nation. In the commemoration at national level conducted in Asmara City in the morning hours, President Isaias Afwerki, ministers, Army commanders, senior PFDJ officials, religious leaders and thousands of citizens walked from the Shida area to Patriots Cemetery along with a Marching Band. President Isaias Afwerki and senior officials laid wreath at the cemetery.

Primo giocatore Eritreo nella NFL (NY Giants)

SDSU’s Nat Berhe now a member of the New York Giants.

With the 152nd pick in the 2014 NFL Draft, the New York Giants selected San Diego State strong safety Nat Berhe. Berhe is 5-foot-10 and 193 pounds and was ranked the 11th best safety and 307th best prospect by CBSSports.com. In the run-stopping SDSU defense, Berhe led the team with 99 tackles. His 68 solo tackles were tied for 41st most in the country. Berhe was tied for the team lead with two fumble recoveries.

Berhe’s scouting report says he’s an efficient and powerful tackler whose skills will earn him early playing time on special teams. His quick feet and ability to accurately read offenses will pit him in competition for a back-up safety role, and he could very well start one day. The only question facing Berhe: will he be able to compensate for his lack of height with his skills?

fonte:http://www.mwcconnection.com/2014-nfl-draft/2014/5/10/5701168/nfl-draft-2014-san-diego-state-ss-nat-berhe-selected-in-round-y-by